Antonio Justel Rodriguez

QUEL ULTIMO

 

... che la mia ultima parola non è "arrivederci",
né un confine per la vita e la conoscenza,
e non e mai una porta che si chiude agli spazi dorati;
...perché ho già contemplato l'unità delle cose e del tempo,
la voce densa della morte e questa sete d'amore, quella che tanto vale per me
per la lotta e la fuga delle resurrezioni;
... che il mio ultimo gesto non è per il conformismo e il rito solenne,
Possa il mio gesto fuggire dalla rovina della rovina;
... ah, guarda la mia lancia: la forgio per coloro che muoiono e per i feriti;
... perciò bada a chi si alza e vince la paura,
e che, tra i morti, getta il cadavere del suo corpo e continua la lotta;
...per questi, per questi sarà la mia ribellione, quello che ho, quello che porto ancora, quell'ultima cosa.
***
Antonio Justel-Rodriguez
https://www.oriondepanthoseas.com
***

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 11/01/2022.

 
 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

More from this category "General" (Poems in italian)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:


OF THE SYMBOLS - Antonio Justel Rodriguez (General)
Flying home - Inge Offermann (General)
My Mirror - Paul Rudolf Uhl (Humour)