Antonio Justel Rodriguez

DICHIARAZIONE: XXI SECOLO




… Vado leggero, non ho più niente;
il fuoco ha consumato il mio essere mortale e le mie cose,
il mio riflesso o dualità, i suoi pezzi o porzioni:
la mia ultima luce
e la mia ultima lama
… ora sono e vivo nell'inafferrabile,
motivo per cui odo e vedo, sento e rivivo ovunque,
e là dove intuo la calamità terrestre con cui un giorno usai e distrussi la mia libertà;
tutto, quindi, ho dato: macchina, vestiti, corredi, feste, ponti e concetti,
amore e memoria,
tutto,
e così le ossa, la mia stessa pelle e le mie stesse anime,
come un torrente igneo, tutto, tutto è andato;
… la novità del risorto è questo udito o voce universale,
- la sua armonia -
e anche, oh, la sua enorme nudità: la pace senza nome;

… no, qui non c'è più tempo per risparmiare più ore di orologio;
una nuova fenice infinita raggruppa il cuore e accende il canto:
l'ombra della luce, non esiste in lui.
***
Antonio Justel Rodriguez
https://www.oriondepanthosseas.com
***

 
 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 08/27/2022.

 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

Does this Poem/Story violate the law or the e-Stories.org submission rules?
Please let us know!

Author: Changes could be made in our members-area!

More from category"General" (Poems)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:

L'IRRUPTION DU PRINTEMPS - Antonio Justel Rodriguez (General)
Flying home - Inge Offermann (General)
The Power of Darkness - Ramona Benouadah (Fantasy)