Antonio Justel Rodriguez

IRRUZIONE D'AMORE



 
... vorace, rapido e inafferrabile viene e si riversa nella luce e nella guerra
un battito d'amore;
e così, enorme, senza preavviso, apre porte, rimuove, dà fuoco e demolisce trabeazioni,
fa impazzire il sangue e marcia come un dio che creerebbe un universo
senza scienze divine senza volto né grandezza;
E oh, guai a me le volte che l'ho sentito...!
… e il petto è davanti a lui cipolla bianca, miele o cera, ambra e petali di zafferano gli occhi,
mostrando il mare che fiancheggia assolutamente infuocato, senza pietà né legge;
perciò, quando improvvisamente è assente o scompare e il cuore resta tra serpenti e ombre,
tra coltelli e stracci, e chiede o maledice il perché delle ore e delle notti plumbee,
ah, allora, svuotato il corpo, mangiato o danneggiato,
tutto in essa diventa - come abbiamo già detto - vorace, veloce e incomprensibile, una tana tenebrosa
di serpenti e ombre, di stracci fuligginosi e coltelli;
e guai, guai a me, le volte che ho dovuto morire di freddo per eoni, secoli e tempi,
guai, guai a me;
... e guardami oggi,
le mie iridi sono ancora marmo e cannella.
***
Antonio Justel-Rodriguez
https://www.oriondepanthosseas.com
***

 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 09/04/2022.

 
 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

More from this category "General" (Poems in italian)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:


AYUDANDO - Antonio Justel Rodriguez (General)
Emergenza primaverile - Antonio Justel Rodriguez (General)
Switched on and of ....?💔 - Ursula Rischanek (Lovegrief)