Antonio Justel Rodriguez

SIAMO GI└ ALTRI

 

...l'estate se ne va;
c'è una specie di svenimento, una sensazione come di aria rotta e brilli freddi,
come se da qui a là chiamassero le cose a un rictus di pura e attesa tristezza;
....eppure tutto è pieno e riposa,
o stancamente incrociato come un bue che ripara gli sforzi del mondo per ritornare a casa;
... sì, siamo già altri;
Già a mezzogiorno l'allodola vibrava nel sangue
ed ora, il rampicante, con le sue foglie di stagno,
l'ombra ci squarcia e tocca la spalla;
…e il cuore lo sa e trema,
così, inconsciamente, sta raccogliendo le sue piccole cose senza ordine:
le primavere, le profonde siccità,
il fiele,
la voce,
la passione totale,
morte;
...passano stormi di passeri.
***
Antonio Justel Rodríguez
https://www.oriondepanthoseas.com
**

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 08/25/2023.

 
 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

More from this category "General" (Poems in italian)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:


FICă├O E ╔PICA PO╔TICA - Antonio Justel Rodriguez (General)
Winter Day - Inge Offermann (General)
B E L I E V E - Marlene Remen (War & Peace)