Antonio Justel Rodriguez

TEMA D'AMORE PER UNA BALLATA TRISTE


...dal tuo corpo al mio corpo, Fenicia, fulmine;
dal mio corpo al tuo un fiume, un bacio in una tempesta, una marea;
…oh, quanto ti ho amato, e quanto!
Ricordi quel tremore delle rose sbocciate,
E quale ambrosia scoprì nei tuoi seni la furia del mio respiro?
...sì, è difficile ricordarti e non vivere un bel momento
di luce attraverso la memoria;
…eravamo un uomo e una donna, un respiro, una voce, una canzone,
un'eco unica e pura, ricordi?
siamo andati una volta;
…fino all’alba di un giorno qualsiasi quando i cani abbaiavano,
e senza stancarsi abbaiarono, abbaiarono e abbaiarono tutta la notte;
Splendeva ancora la luna quando, verso l'alba,
Il branco se ne andò con la morte.
***
Antonio Justel/Orione di Pantheseas
http://oriondepanthoseas.com
​***

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 02/29/2024.

 
 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

More from this category "General" (Poems in italian)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:


Pálpiti e pálpiti - Antonio Justel Rodriguez (Lyrics)
Birds of Paradise - Inge Offermann (General)
Poppies - Inge Offermann (Thoughts)