Mauro Montacchiesi

... in un Apeiron anassimandreo

Al primo vagir delle stelle

il tormento penetra la quiete

ed intarsia l'anima

con gemme di favola.

Prorompente

repentina

dalle onde del tempo

priva di forza di gravità

affiora

la zavorra della vita

e le mie poesie senza platea

si adagiano

sulle ali

di un'implorazione d'amore.

Sono le Moire

Cloto Lachesi Atropo

che regolano il "filo" della mia vita

Cloto fila la lana

Lachesi avvolge il filo

Atropo lo taglia

determinando così

la mia nascita

la mia vita

la mia morte.

Sono loro

la sinfonia della mia vita

un'armonia imbastita

di figure senza volto

di miriadi di poesie

ferine

anacoretiche

foriere di angosce che pulsano

tra i riverberi

d'un grigio

algido

dicembre.

Non c'è anima che non abbia

un Eliso verso il quale librarsi

ai primi tepori dell'alba

non c'è anima che non abbia

un Eliso verso il quale planare

ai primi sussulti della sera.

Tutti gli amanti

fanno grandi giuramenti

per il futuro

tutti gli amanti

hanno frotte di chimere

che inseguono candidi alcioni.

Il tormento

il terebrante tormento

mi ha imposto l'altare di me stesso

mi sono genuflesso davanti a Dio

davanti all'Umanità

come umile asceta

ed ho sperimentato

la sublimazione dell'Essere.

Ho scandagliato

i meandri della mia quiete

sperando di trovarvi la verità

ma solo ho trovato

diamanti di dolore.

Ed intanto

dal firmamento scendevano

stille di rugiada

ad irrorare

a nutrire

le rose invernali

della mia anima.

Ho persino provato affetto

per le Moire

che hanno cesellato

questo mio percorso terreno

perchè questo non prevedeva

prigioni dorate

che minuto dopo minuto

camuffate

vanamente

seducevano il mio cuore

verso l'opacità d'una luce abbacinante.

La luna ancora dorme

... un vecchio quesito

irrisolto

atrocemente mi tormenta:

perché

a cosa serve

idealmente volare

nel cosmo notturno

in un Apeiron anassimandreo?

*** « Principio degli esseri è l'infinito ...

da dove infatti gli esseri hanno origine,

lì hanno anche la distruzione secondo necessità:

poiché essi pagano l'uno all'altro

la pena e l'espiazione dell'ingiustizia

secondo l'ordine del tempo »

*** (http://it.wikipedia.org/wiki/Anassimandro)

@

@ 

 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Mauro Montacchiesi.
Published on e-Stories.org on 06/19/2013.

 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

Does this Poem/Story violate the law or the e-Stories.org submission rules?
Please let us know!

Author: Changes could be made in our members-area!

More from category"Love & Romance" (Poems)

Other works from Mauro Montacchiesi

Did you like it?
Please have a look at:

tra le rughe del cuore - Mauro Montacchiesi (Love & Romance)
What If - Johanna Dttelmayer (Love & Romance)
Stars - Christiane Mielck-Retzdorff (Life)