Antonio Justel Rodriguez

Campo di papaveri


... Questo bagliore, questo fan di sangue e luci viventi che ci piegano,
Dove è venuto, chi ce l'ha portata ...?
Accendendoli, tra confini e grano brilla e marcia un dio vagabondo,
Ah, non lo vedi ...?
È bello come una canzone di Alondra,
e dolce e fertile come una linea di erba vivente;
... Il cuore segue e continua e l'anima, portata via, si accende e brucia;
Vieni, vieni, allora, e prendimi,
che vado alle strade e all'aria e, che luce mortale, sono sul prato;
... Io, io, che che chi e io viviamo in un umile bastone o piede di segale,
In una pioggia,
In uno, in una goccia d'amore,
in questo,
Solo in questo.
***
Antonio Justel Rodríguez
<htps: //www.oriondanthoseas.com>
***

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 04/18/2023.

 
 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

More from this category "General" (Poems in italian)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:


Preeminencia - Antonio Justel Rodriguez (Life)
Flying home - Inge Offermann (General)
The secret is ... - Inge Hoppe-Grabinger (Psychological)